Ultima modifica: 4 Ottobre 2019

PERCORSI PER LE COMPETENZE TRASVERSALI E PER L’ORIENTAMENTO (PCTO)

La Legge 107/2015 ha reso i percorsi di Alternanza Scuola Lavoro obbligatori e parte dell’offerta formativa di tutti gli indirizzi di studio della scuola secondaria di secondo grado. La finalità consisteva nello sviluppo delle competenze previste nel Profilo Educativo Culturale e Professionale del corso di studi, utili ai fini orientativi e spendibili nel mondo del lavoro (“adeguate al proseguimento degli studi di ordine superiore, all’inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro, coerenti con le capacità e le scelte personali”. art. 2 comma 2 del regolamento recante “Revisione dell’assetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei licei…).

La Legge prevedeva un monte ore obbligatorio per ogni studente di almeno 200 ore nei Licei (nel secondo biennio e quinto anno) e ne prevedeva una valutazione anche in occasione dell’Esame di Stato (oltre che requisito per l’ammissione allo stesso).

La recente Legge 145/2018 ha previsto una riduzione delle ore da 200 a 90 per i Licei e una variazione nel nome: Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (PCTO).

Con riferimento a queste modifiche legislative, il MIUR ha predisposto delle “Linee Guida” su cui si è espresso più volte il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione: in merito alla ex ASL (parere del 18/01/2018), all’Orientamento in uscita (parere del 25/07/2018) e ai percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (parere del 28/08/2019).

Allo stato attuale, in attesa di nuove Linee Guida per l’a.s. 2019/2020, è certo che:

  • Si parla di Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento;
  • Cresce l’attenzione per le competenze trasversali (spendibili sia nel mondo del lavoro che nella quotidianità);
  • Cresce l’attenzione per l’orientamento: si predispongono percorsi per gli studenti basati su contesti di esperienza utili a favorire la conoscenza di sé, delle proprie attitudini, delle proprie competenze in funzione di una scelta post diploma più consapevole e ponderata (favorire l’orientamento);
  • Sono previste minimo 90 ore (nei Licei);
  • L’espletamento dei percorsi non è requisito d’accesso per l’ammissione all’esame di maturità.

FINALITÀ DEI PCTO

In attesa di nuove Linee Guida, pare certa la finalità dei Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento: formazione integrale della persona e del sé in qualsiasi modalità (quindi, invero, non solo attraverso i PCTO ma grazie a tutto il lavoro educativo e formativo) e in qualsiasi contesto (non solo relativamente alla dimensione lavorativa e occupazionale).

I PCTO rappresentano un’occasione preziosa in cui crescere, comprendere l’utilità del proprio curricolo, utilizzare quanto appreso ma apprendere anche altro, scegliere e agire responsabilmente. In un’ottica di “apprendimento permanente”, continuando quel processo educativo e formativo che consente di “migliorare le conoscenze, le capacità e le competenze, in una prospettiva personale, civica, sociale e occupazionale” (L 92 del 28.06.2012, articolo 4, comma 51).

I PERCORSI NEL LICEO

Il Liceo negli anni ha stipulato un numero rilevante di convenzioni con enti, associazioni e aziende del Territorio e ha permesso anche agli studenti di proporre delle convenzioni non precedentemente  attivate ma strettamente connesse ai propri interessi.

Sulla base delle sopracitate modifiche, il Liceo è intervenuto con i relativi aggiustamenti conservando tutti i progressi e i successi raggiunti negli anni precedenti e adattando l’organizzazione e l’offerta ai nuovi orientamenti europei (sviluppare conoscenze, abilità e competenze utili in una prospettiva di consapevole e pieno sviluppo del cittadino di una società complessa).

I percorsi nel Liceo prevedono, dunque:

  • Formazione in aula o presso la Struttura Ospitante (per acquisire conoscenze e competenze trasversali);
  • Didattica curricolare in stretta correlazione con il Profilo Educativo Culturale e Professionale e con lo specifico progetto di classe;
  • Incontri con esperti delle diverse aree tematiche, conferenze o visite aziendali;
  • Attività lavorativa presso l’ente/azienda, smart working o altre modalità.

DISTRIBUZIONE DELLE ORE

Il Liceo propone una scansione oraria minima che sicuramente vedrà, nella pratica, un superamento delle 90 ore, in quanto, in tutta evidenza, c’è un’offerta di attività e percorsi validi e interessanti.

Il Liceo propone, inoltre, un maggior impegno orario nel secondo biennio a favore di solo una piccola percentuale per il quinto anno (già impegnativo in vista dell’Esame di Stato).

Le attività saranno svolte sia in orario curricolare (con perdita minima delle ore di lezione) che extracurricolare (soprattutto nei periodi di interruzione dell’attività scolastica).

DISTRIBUZIONE ORARIA CLASSI TERZE A PARTIRE DALL’A.S. 2019/2020

Attività Ore Classe
Corso sicurezza 4 Terza
Privacy e diritto del lavoro 8 Terza
Coach and Trainer 6 Terza
Presentazione Biografia formativa 2 Terza
Un progetto di classe nel triennio 30 Terza / Quarta
Progetto Individuale 20 Quarta
Economia Aziendale 8 Quarta
Attività  ex Orientamento 8 Quarta/Quinta
Conclusione Biografia 4 Quinta
Totale ore* 90

*Esclusi eventuali progetti del PTOF in funzione orientativa

DISTRIBUZIONE ORARIA CLASSI QUARTE A.S. 2019/2020

Attività Ore Classe
Presentazione Biografia formativa 2 Quarta
Un progetto di classe nel triennio 30  Quarta
Economia Aziendale 8 Quarta
Attività  ex Orientamento 8 Quarta/Quinta
Conclusione Biografia 4 Quinta

 

ORGANIZZAZIONE

Per i progetti di classe, ogni attività prevede un Referente di progetto anche per più classi che certifica le ore svolte (es. Progetto Eolie).

Per i progetti individuali, è previsto un Tutor di area per ciascuna macro area (umanistica e linguistica, scientifico-tecnologica, biologico-sanitaria, economico-giuridica, sociale e volontariato)

Rispetto agli anni precedenti, sparisce il Tutor di Classe.

Il Coordinatore assume la funzione di controllo finale delle ore assolte dallo studente.

Tutti i Percorsi seguono l’iter burocratico (vedere Iter burocratico)

CARATTERISTICHE DELLE ATTIVITÀ SVOLTE IN AULA

Nel corso del secondo biennio e del quinto anno, il Liceo offre agli studenti una serie di attività in aula, utili ai fini dell’acquisizione delle competenze trasversali e dell’orientamento. I principali contenuti riguardano:

  • Norme sulla sicurezza e prevenzione infortuni;
  • Norme sulla Privacy;
  • Diritto (Diritto del lavoro, Costituzione Italiana);
  • Economia (organizzazione e gestione aziendale, compravendita e regolamento della stessa, rapporto di lavoro, banche);
  • Coach&Trainer (docente madrelingua specializzato in Business English, abilità comunicative e professionali);
  • Competenze digitali (utilizzo del web e di piattaforme digitali);
  • Attività ex Orientamento (incontro con esperti del mondo del lavoro per tutte le aree tematiche);
  • Biografia dello studente (riflessione sulle attività svolte e sulle competenze acquisite).

CARATTERISTICHE DELLE ATTIVITÀ SVOLTE IN AZIENDA O PRESSO ENTI

PROGETTO DI CLASSE

Ogni Consiglio di Classe di terza o quarta individua un Progetto “di classe” di durata annuale: tutti gli studenti della classe sono obbligati a partecipare, nei termini e con le modalità inserite nel Progetto stesso. L’asse si sposta sullo sviluppo di competenze trasversali.

Per ogni progetto di classe viene individuata e valutata almeno una competenza trasversale prevalente.

Resta la ricaduta didattica su almeno una disciplina curricolare. Tale ricaduta deve confluire in una valutazione relativa sia alla materia che al comportamento.

STAGE ALL’ESTERO

Per gli studenti dei corsi in cui si effettua lo stage all’estero, è prevista contestualmente l’organizzazione dell’esperienza di PCTO da parte dei docenti referenti.

Tale attività prevede per lo studente una full immersion di una o due settimane in una realtà lavorativa in una nazione europea, con lo scopo di sviluppare l’interazione comunicativa in lingua inglese in ambito professionale.

PERCORSI INDIVIDUALI

Sono previsti percorsi individuali che ciascuno studente può scegliere in base ai propri interessi e alle proprie propensioni. Il Liceo ha già attivato o attiverà convenzioni con vari Enti/Aziende ma lo studente può anche proporne di nuovi previ accordi con la Funzione Strumentale o i Tutori di Area o di Progetto.

La scelta va fatta ricadere tra le seguenti aree:

  • Umanistica e Linguistica;
  • Scientifico Tecnologica;
  • Biologico Sanitario;
  • Economico Giuridico;
  • Sociale e Volontariato.

Tali progetti vanno svolti in orario extracurricolare o, meglio, nei periodi di sospensione dell’attività didattica.

Nello stipulare le convenzioni individuali, il Liceo privilegerà le proposte di aziende ed enti che possano ospitare più di uno studente e che possano offrire moduli formativi condivisi con la scuola e la presenza reale e sostanziale di un tutor aziendale che monitori i processi e che certifichi i risultati conseguiti dallo studente.

L’esperienza di PCTO può essere svolta in qualsiasi luogo del territorio nazionale e, ricorrendone le condizioni (sempre previa convenzione), anche all’estero (es. punto successivo).

STUDENTI DI QUARTA CHE FREQUENTANO L’ANNO ALL’ESTERO

Per gli studenti di quarta che frequentano l’anno all’estero e, quindi, non partecipano a tutte le attività previste per il relativo a.s., vengono proposti percorsi da completare durante il terzo oppure il quinto e ultimo anno (durante il quinto anno preferibilmente nel primo trimestre).

Inoltre, gli studenti potranno, ma previa convenzione con il Liceo, farsi riconoscere esperienze lavorative all’estero (seguire l’Iter burocratico). A tal fine è stata predisposta una modulistica anche in altre lingue (inglese, francese).

ITER BUROCRATICO

Prima dell’avvio di qualsiasi Percorso, il Liceo stipula una convenzione (secondo apposita Modulistica) con la Struttura Ospitante. Quindi anche eventuali progetti individuali proposti dal singolo studente devono essere presentati preventivamente alla Funzione Strumentale PCTO o al Tutor di Area.

Ciascun progetto contemplerà obiettivi specifici dell’attività proposta, tempi e calendario di svolgimento, firma della Funzione Strumentale o del Tutor di Area, del Dirigente Scolastico e dello Studente (se minorenne, firma di un genitore).

Il Liceo provvederà alla copertura assicurativa.

Per i progetti individuali:

  • Lo studente si prenota per l’adesione ad un progetto all’interno di una macro area di interesse. La scelta andrà espressa e motivata nella piattaforma Elionet entro un certo limite temporale.
  • Come detto, lo studente potrà proporre una Struttura Ospitante anche diverso da quelli con i quali sono state già stipulate convenzioni.

In mancanza di un iter burocratico corretto nella forma e nella tempistica, l’attività svolta non sarà inserita nei PCTO né il Liceo offrirà la copertura assicurativa per la stessa.

MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DEL PERCORSO

La Struttura Ospitante si occuperà di registrare la presenza giornaliera di ciascuno studente in un apposito Foglio firme predisposto dal Liceo. Qualsiasi assenza (non segnalata/concordata) o comportamento negligente verrà segnalato al Liceo.

Inoltre, al termine dell’attività la Struttura Ospitante certificherà le ore effettivamente svolte dallo studente e compilerà un Foglio di valutazione dell’attività svolta e delle competenze acquisite. La Struttura Ospitante, al fine della valutazione, potrà, a sua discrezione, somministrare un test di valutazione.

In riferimento alla Carta dei Diritti e dei Doveri delle studentesse e degli studenti in Alternanza, gli studenti dovranno rispettare le norme in materia di privacy, igiene, salute e sicurezza, nonché eventuali regolamenti interni alla Struttura.

Il comportamento dello studente nella Struttura Ospitante verrà preso in considerazione nella definizione del voto di comportamento in sede di scrutinio (Si vedano i criteri per l’attribuzione del voto di comportamento).

Per quanto riguarda il progetto di classe, tutta l’attività inserita e svolta ad integrazione del programma delle discipline coinvolte sarà oggetto di valutazione, come concordato col docente della disciplina in cui il progetto ha ricaduta.

Per i percorsi individuali, è prevista la stesura di un report da inserire nella propria cartella personale PCTO al termine di ciascun percorso.

Lo studente è tenuto a curare la propria documentazione con la massima diligenza e a conservare copia di tutti i documenti consegnati a scuola. Tale documentazione potrebbe essere richiesta in futuro dalla Commissione dell’Esame di Stato.

Il Liceo avrà cura di inserire i dati dei PCTO di ogni singolo studente secondo le disposizioni ministeriali.